spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    ChiantiBanca: “Fate attenzione a questo nuovo tipo di frode per effettuare bonifici non autorizzati”

    Un avviso in cui si spiega tutto nei dettagli: "Vi invitiamo pertanto a non prendere in considerazione alcun SMS o telefonata con richiesta di fornire i vostri codici di sicurezza"

    SAN CASCIANO – L’avviso è stato pubblicato su tutti i conti in home banking da parte di ChiantiBanca. Ed arriva appena ci si connette al servizio.

    Ed è un avviso che mette sul “chi vive” per proteggere da un eventuale tentativo di frode.

    “Caro cliente – scrive la banca nell’avviso – nel ricordare che nessun dipendente o collaboratore di ChiantiBanca o dell’Assistenza Inbank chiederà mai i dati di accesso al tuo home banking, desideriamo comunicare una nuova modalità di frode utilizzata per effettuare bonifici non autorizzati”.

    “Il frodatore – prosegue l’avviso – invia un sms utilizzando come mittente Inbank nel quale viene comunicato che, per motivi di sicurezza, il conto corrente è stato disabilitato e che un operatore si metterà in contatto telefonico con l’utente”.

    “Il messaggio – si spiega ancora – viene fatto seguire da una telefonata in cui il finto operatore comunica la necessità di bloccare le disposizioni fraudolente con l’obiettivo di carpire i codici di accesso comprensivi del codice OTP (One Time Password) e disporre un bonifico a favore di terzi”.

    “Vi invitiamo pertanto – conclude la banca – a non prendere in considerazione alcun SMS o telefonata con richiesta di fornire i vostri codici di sicurezza”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...