spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    ChiantiBanca ha un nuovo direttore generale: nominato Maurizio Farnesi

    “Farnesi ha saputo meritarsi gli apprezzamenti dell’intero consiglio di amministrazione e dei colleghi negli anni di percorso comune" dice il presidente Cristiano Iacopozzi

    SAN CASCIANO – Il consiglio di amministrazione di ChiantiBanca annuncia che Maurizio Farnesi, già vice direttore vicario da gennaio 2019, è il nuovo direttore generale dell’istituto di credito.

    Raccoglie l’eredità di Mirco Romoli, che ha risolto consensualmente il rapporto con la banca nelle scorse settimane. Che a sua volta aveva sostituito Mauro Focardi Olmi.

    Dopo la laurea in giurisprudenza e l’iscrizione all’albo degli avvocati nel 1992, Farnesi ha sviluppato un percorso professionale maturato quasi interamente nel mondo bancario – prima Abi, poi cooperativo – rivestendo numerosi incarichi di responsabilità di varia natura (commerciale, legale, creditizio, amministrativo) fino ad arrivare nel 2014 alla direzione della banca di credito cooperativo Pistoia, di cui è stato anche vice direttore generale per un biennio.

    “Farnesi ha saputo meritarsi gli apprezzamenti dell’intero consiglio di amministrazione e dei
    colleghi negli anni di percorso comune – le parole del presidente Cristiano Iacopozzi – sarà una guida competente con una profonda conoscenza del territorio, tale da migliorare ancor più la relazione con soci e clienti e rimarcare il ruolo di ChiantiBanca come punto di riferimento delle comunità di riferimento secondo i principi valoriali del credito cooperativo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...