giovedì 2 Luglio 2020
Altre aree

    Chiesanuova, Sagra di’ Pinolo: “Siamo tristi, ma guardiamo avanti. Ci vediamo nel 2021!”

    Come tante altre feste anche la tradizionale sagra dove si sgranocchiano le "pinocchiate" non si svolgerà. Il saluto degli organizzatori

    CHIESANUOVA (SAN CASCIANO) – Erano proprio questi i giorni in cui si sarebbe andati a Chiesanuova, quasi magicamente trasportati da una tradizione che va avanti da decenni (da 43 edizioni per la precisione, quest’anno ci sarebbe stata la numero 44).

    Fra musica, magari tirando su un “tappo”. Una birra e un caffè al bar. Un giro della ruota a premi. Una cena o una pizza al gastronomico.

    Ma, soprattutto, sgranocchiando una “pinocchiata”, quel dolce che ha reso celebre la Sagra di’ Pinolo un po’ dappertutto.

    E invece anche la festa che si svolgeva intorno al Crc di Chiesanuova, come molte altre, non si farà a causa dell’emergenza Covid-19.

    “Un po’ di tristezza c’è – ammettono gli organizzatori – è inutile negarlo. Ma del resto non potevamo che decidere in questo modo”.

    Anche la tradizione mostra che ormai rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello della Sagra (quest’anno sarebbe stata dedicata ai motori) slitta al prossimo anno.

    # “Le ruote delle vita” slitta al 2021: rimandata la mostra prevista a Chiesanuova

    “Non possiamo far altro che mandare da qui un saluto a tutti i frequentatori della Sagra – concludono gli organizzatori – e dare appuntamento a tutti al 2021!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...