spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ha festeggiato da brillante portiere insieme agli amici di sempre: c’era anche Il Gazzettino

    SAN CASCIANO – Il “vecchio” gruppo dei ragazzi, oggi cinquantenni, della Propositura Collegiata di San Cassiano, hanno voluto festeggiare il compleanno di don Alfredo Iacopozzi facendo una rimpatriata… calcistica.

     

    Così lunedì 2 settembre, nel pomeriggio, si sono ritrovati i Propositura per una Santa Messa concelebrata da don Alfredo, don Luciano Marchetti proposto di Barberino Val D’Elsa (anche lui a suo tempo nel gruppo parrocchiale sancascianese) e don Renzo Pulidori proposto emerito di San Casciano.

     

    Dopo la Messa tutti al campo sportivo di via Garibaldi per una partita di calcetto, dove tutti hanno cercato di dare il meglio: non vogliamo essere di parte, ma tra le tante pancette, visi paonazzi, scatti non molto atletici, il migliore in campo è risultato proprio… don Alfredo Iacopozzi nel ruolo di portiere. E che portiere!

     

    Applauditi dal pubblico, non poteva poi mancare la parte gastronomica: tutti a cena nella “Cupola” del circolo Acli in piazza Cavour, dove sono state proiettate anche vecchie foto dei momenti passati in parrocchia. Alla fine in alto i calici per il brindisi di auguri a don Alfredo e all’amicizia.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...