spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Discarica di rifiuti abbandonati nella zona de La Biscondola: in mezzo c’è anche lo sportello di una cassaforte

    Probabilmente smurata durante un furto e aperta lontano da occhi indiscreti: questa zona negli anni è stata martoriata dagli abbandoni indiscriminati

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – La Biscondola è una delle tante località boschive vicino a Mercatale: molto frequentata in questo periodo dai cercatori di funghi, ma anche da persone che amano passeggiare nel bosco.

    Luogo storico, che in anni lontani era sede di un ristorante molto conosciuto: una volta chiuso e demolito, nei pressi è stato aperto un cantiere per la realizzazione di un albergo.

    Abbandonato da anni, in attesa che ne venga definito il futuro dal punto di vista urbanistico e concreto, ha nel tempo anche “attirato” ulteriori maleducati e incivili.

    Per arrivare in questa zona del resto è facile, si può parcheggiare lungo un tratto di strada a fondo chiuso.

    Questo però facilita i furbetti, che ne approfittano per abbandonare qualsiasi genere di materiali.

    Che potrebbero benissimo essere conferiti correttamente (e gratuitamente) presso l’ecocentro di Canciulle, in via Cassia per Firenze 27 (telefono 0558249467).

    Ecco che così, grazie a una segnalazione, siamo andati alla Biscondola, dove abbiamo trovato l’ennesimo cumulo di rifiuti.

    Una lavatrice, un divano, un materasso, un ventilatore, secchi vari. In più calcinacci e inerti d’edilizia. Tutti rifiuti probabilmente dovuti a una ristrutturazione, a uno sgombero, fatto molto probabilmente in modo abusivo, magari da chi lavora “a nero”.

    Ma ai margini del bosco, vicino alla discarica, abbiamo trovato anche lo sportello di una cassaforte a muro. Che presenta anche dei colpi, probabilmente di un martello.

    Che questa sia qui dopo un furto? Smurata in tutta fretta per poi aprirla in questo luogo tranquillo? E’ molto probabile.

    C’è anche un altro particolare: sullo sportello c’è un adesivo ben attaccato.

    Se il proprietario lo riconosce, sappia che il resto della cassaforte potrebbe essere nel bosco della Biscondola. Naturalmente… svuotata del contenuto.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...