spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La Confraternita e la sua festa annuale: prevista anche l’inaugurazione di un nuovo mezzo

    SAN CASCIANO – E’ iniziata giovedì 3 ottobre la “Festa Patronale della Misericordia in onore di Maria Santissima del Santo Rosario”, festa che si svolgerà presso la sede in piazzetta Simone Martini, che vede coinvolti i volontari dell’Arciconfraternita fino a domenica 6 ottobre.

     

    Vediamo nel dettaglio il programma: venerdì 4 alle 21.30 presso la chiesa di Santa Maria sul Prato Rosario Mediatico, Sabato 5 alle 21.15 Tombola in sede.

     

    Domenica 6 Solennità del S.S.mo Rosario: alle 8 Santa Messa e benedizione dei Panellini e tradizionale vendita di dolci in piazzetta Simone Martini; alle 10 Messa Solenne e la vestizione di nuovi Fratelli e Benemerenze. Alla fine della cerimonia sarà inaugurato il nuovo mezzo per la Protezione Civile.

     

    Alle 12 Supplica alla Madonna. Alle 15 ora di preghiera, alle 16 Santo Rosario e a seguire alle 16.30 Processione per le vie cittadine con la Venerata immagine della Madonna del Santo Rosario. In chiusura alle 18 Concerto Bandistico del Corpo Musicale “Oreste Carlini” e dopo il concerto seguirà il rinfresco offerto dalla Misericordia a tutti i partecipanti.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...