spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / Carnevale Medievale Sancascianese, lo spettacolo della contrada del Cavallo

    Vittoria di "corto muso" per la contrada bianca e nera, che ha battuto il Leone... su un immaginario rettilineo reale grazie alla componente storica del suo spettacolo

    SAN CASCIANO – Mai come in questo caso specifico, essendo la contrada del Cavallo, si può dire che ha vinto di… “corto muso”.

    Una vera e propria volata su un immaginario rettilineo quella che si è svolta ieri, domenica 7 aprile, al termine delle valutazioni della giuria del XII Carnevale Medievale Sancascianese.

    Da una parte, appunto, il Cavallo, la contrada bianca e nera di piazza delle Erbe, piazza della Repubblica, Borgo Sarchiani e Borromeo.

    Dall’altra i campioni in carica del Leone: 125 i punti collezionati da entrambe.

    Alla fine è stata la componente storica della giuria ha decretare la piccola differenza di punti che ha sancito la consegna, da parte del sindaco Roberto Ciappi, della chiave del “castello” di San Casciano nelle mani del capo contrada Andrea Paoliotto.

    A garantire la vittoria 2024 alla contrada bianca e nera è stata la figura di un grande protagonista del Medioevo, Leonardo Pisano, detto Fibonacci.

    Al centro nella narrazione c’era infatti il grande matematico che importò in Europa i numeri indo-arabi, cifre che costituirono la base dello sviluppo della matematica attuale, simbolo di unione tra i popoli e pace.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...