spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le avevano tagliate i ragazzi delle contrade per allestire il palco per “Sanca che ti passa”

    SAN CASCIANO – Mentre i contradaioli stanno sistemando le rifiniture per l’ultima (in ordine di tempo) festa al Parco Dante Tacci al Poggione, che vede le cinque contrade impegnate per “Sanca che ti passa”, c'è chi trama… nell'ombra. 

     

    A partire da questa sera infatti, venerdì 13 settembre, si svolgerà la tre giorni intensa di divertimento e buona cucina: un impegno che ha sottratto a tutti buona parte del tempo libero arrivando, a fare anche ore piccole.

     

    Ma, appunto, c’è chi ha pensato bene in questi giorni di rubare parte della scenografia che doveva addobbare il palco. Un furto curioso: i contradaioli, seppure increduli e un po' arrabbiati, si sono fatti una risata quando si sono accorti che dal magazzino era  stato portato via un enorme fascio di canne tagliate e pulite.

     

    Che  dovevano servire a dare un aspetto diverso al palco. Un furto strano, ma che comunque è stato immediatamente rimediato con altre canne più belle di quelle… “grattate”.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...