domenica 5 Luglio 2020
Altre aree

    Gino e Mery: nozze di diamante per un amore nato dentro a un’autofficina

    Si sono conosciuti  appena 16enni: in officina dove lui andava per imparare "il mestiere di meccanico" e lei si dedicava ad aiutare il babbo, Nandino

    SAN CASCIANO – Quella che vedete nelle foto è una coppia molto conosciuta a San Casciano.

    Del resto lavorare ogni giorno in quella storica autofficina lungo viale Pascoli, dove sono passate generazioni e generazioni di sancascianesi, rappresenta una sorta di palcoscenico quotidiano.

    Una coppia, Gino e Mery, che proprio oggi, lunedì 29 giugno, festeggia i suoi 60 anni di matrimonio. Le nozze di diamante.

    Un traguardo bellissimo, per il quale i familiari hanno pensato anche a questa piccola sorpresa sul Gazzettino del Chianti (che ovviamente si unisce agli auguri insieme a tutta la sua redazione).

    Gino Mery 60 anni nozze diamante.

    Si sono conosciuti  appena 16enni: in officina dove lui andava per imparare “il mestiere di meccanico” e lei si dedicava ad aiutare il babbo, Nandino, nella gestione dell’officina.

    Si sono sposati in Propositura il 29 giugno 1960, con don Renzo Polidori.

    In questa bellissima ricorrenza i figli Andrea e Alessandro, con le nuore Francesca e Simona, e i nipoti Stefano, Beatrice, Filippo e Tommaso, augurano di cuore a Gino e Mery che l’amore che li ha portati a raggiungere questo traguardo possa continuare ancora per tanti anni.

    E che sia un esempio per tutti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...