spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Festa dei confetti a Mercatale, la Filarmonica di Panzano in concerto (con musiche da film)

    Oggi, domenica 28, alle 17.30 un programma che spazia dai classici della televisione fino ai ritmi latino americani

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – La Società Filarmonica di Panzano in Chianti sarà protagonista alla Festa dei Confetti oggi, domenica 28 aprile, a Mercatale con un programma davvero "vintage", tema predominante della giornata.

     

    Dopo il grande successo ottenuto appena due domeniche fa presso la splendida cornice della Chiesa di San Filippo Neri a Firenze, con un concerto di grande spessore con brani dei più grandi compositori classici e con la partecipazione del cantante, ma soprattutto amico Aleandro Baldi, la Banda di Panzano affronterà questo impegno con musiche completamente diverse. 

     

    Dopo la sfilata per il paese prevista per le 16.30, la Banda si esibirà in un concerto che avrà  inizio attorno alle 17.30, e che affronterà brani che hanno fatto la storia del cinema, della televisione per passare a ritmi latini e musiche prettamente dance.

     

    E non mancheranno le sorprese! Ma la vera sorpresa è senza dubbio questa Banda così eclettica e sempre molto apprezzata per la varietà dei programmi che riesce a proporre.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...