spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Verso le elezioni comunali: il Circolo La Volta incontra i gruppi consiliari

    Iniziative aperte alla cittadinanza: si parte sabato 10 novembre con Niccolò Landi (Partito democratico)

    SAN CASCIANO – Entrano in moto le "macchine" in vista delle elezioni che rinnoveranno l'amministrazione comunale di San Casciano, nel maggio 2019.

     

    Il Partito democratico, in cui sembra imporsi la candidatura a sindaco dell'assessore Roberto Ciappi, come da tradizione sta effettuando un lungo giro di consultazioni in un vasto mondo della società sancascianese. Incontrando decine e decine di realtà associative.

     

    Ma c'è anche chi, dall'altro lato… del tavolo, ha deciso in proprio di sentire cosa hanno da proporre tutte le forze politiche in vista del voto del 2019.

     

    E' il caso del Circolo La Volta, a San Casciano, che ha dato vita all'iniziativa "Conoscere per dare un voto consapevole",che si propone di incontrare tutti i gruppi presenti nel consiglio comunale di San Casciano.

     

    Ai quali verranno chieste informazioni su: loro giudizio sulla consiliatura 2014/2019; sapere le loro intenzioni politiche per le prossime elezioni comunali; conoscere i loro programmi per la consisliatura 2019/2024.

     

    Già calendarizzati due incontri aperti alla cittadinanza (da capire se sarà organizzato anche quello con il M5S che, come noto, non è presente nell'attuale consiglio comunale): sabato 10 novembre alle 17.30 nella sede del circolo (Borgo Sarchiani 134) con Niccolò Landi (Pd); il secondo incontro verrà organizzato con Enrico Farina, in una data che verrà comunicata in seguito.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...