spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una nuova sede per la Pro Loco e l’Info Point: taglio del nastro nel centro storico

    Spazio utilizzato anche come sede espositiva per le produzioni vitivinicole, mostre e manufatti artigianali

    SAN CASCIANO – La Pro Loco di San Casciano rinasce nella nuova sede di via Machiavelli. Tradizione e contemporaneità caratterizzano lo spazio, ampio e confortevole, che richiama l'eleganza e la sobrietà dei palazzi signorili.

     

    Con il paese vestito a festa, sabato 17 dicembre il sindaco Massimiliano Pescini, l'assessore al turismo Roberto Ciappi e il presidente della Pro Loco di San Casciano Renzo Masi hanno inaugurato il locale per presentare alla cittadinanza il nuovo centro di servizi turistici nel fondo ristrutturato dalla proprietà e rinnovato dall'amministrazione comunale.

     

    Nel cuore storico di San Casciano, comune tra i più turistici del Chianti, riprende vita il punto di riferimento per la promozione del territorio gestito dall'associazione Pro Loco.

     

    Un ambiente di particolare interesse architettonico per la presenza di un tradizionale soffitto a volte in cotto che il Comune ha rinnovato per accogliere anche il nuovo centro di informazioni turistiche.

     

    “Un luogo bello atteso da tempo e funzionale al tempo presente di San Casciano – ha detto il sindaco Pescini – dopo i primi mesi positivi di apertura inauguriamo ufficialmente un servizio a disponibilità di turisti e visitatori aziende commerciali agricole ricettive che crescerà insieme alla comunità e alla sua capacità di fare sistema>".

     

    "È qui – ha evidenziato – che trova spazio il nuovo quartier generale della Pro Loco di San Casciano che inaugura una nuova stagione di promozione e valorizzazione con tanti progetti, iniziative e programmazioni per la vitalità culturale del nostro territorio”.

     

    “Dopo una lunga ricerca – commenta Renzo Masi – siamo riusciti a individuare e a mettere a disposizione un ambiente, nel pieno centro storico di San Casciano, di cui si era appena concluso un intervento di restauro a cura della proprietà. La sinergia tra Comune e Pro Loco ha rilanciato e condiviso gli obiettivi di uno spazio nel quale adesso convivono la sede della Pro Loco e quella dell'Info Point".

     

    "L'ambiente – continua – è arredato con una mostra che accoglie scatti relativi ai paesaggi rurali, un'esposizione di produzioni vinicole nella parte della cantina e l'allestimento di una sede, nel cortile interno, che ospita alcuni manufatti della tradizione contadina. Intendiamo utilizzare fisicamente la sede anche per promuovere le aziende e le eccellenze vitivinicole del territorio, il nostro obiettivo non è solo quello di organizzare eventi e manifestazioni ma di destinare in parte questo spazio alla visibilità e alla valorizzazione delle produzioni locali".

     

    "A breve – conclude – ci doteremo di un monitor digitale che erogherà informazioni turistiche rispetto agli eventi e alle opportunità culturali e promozionali e sarà attivato in modalità touch screen”.

     

    L'info Point nasce da un'operazione di promozione coordinata, inedita per il Chianti, che ha portato quattro Comuni, San Casciano, Barberino Val d'Elsa, Tavarnelle e Castellina in Chianti, a gestire in forma congiunta i servizi di promozione e accoglienza turistica.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...