spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giovedì 3 marzo in biblioteca al via la Libera Università di San Casciano

    Alle 15 in biblioteca la presentazione del corso "Storie di Libri - Il tempo nella letteratura". Alle 21 tempo di rock

    SAN CASCIANO – Giovedì 3 marzo avranno inizio gli incontri della Libera Università di San Casciano, iniziativa promossa e sostenuta dal Comune di San Casciano ed organizzata in collaborazione con le associazioni culturali che operano sul territorio.

     

    Alle 15 verrà presentato il corso: "Storie di Libri – Il tempo nella letteratura", a cura di Andrea Castrucci, leetture a cura di Tiziana Giuliani.

     

    Un momento per condividere insieme alcune tra le parole più belle per "discutere" e lasciarsi trasportare dalla lettura ad alta voce. Un'occasione per tutti coloro che amano parlare di libri senza più la scusa di non avere il tempo per farlo.

     

    Sarà possibile iscriversi al corso, incontro di presentazione gratuito. Alle 21 Andrea Gozzi e Michele Mingrone presentano il volume:"Appunti di Rock". Il volume ripercorre momenti salienti di storia del rock dai Beatles ai Radiohead passando per Who, Pink Floyd, Lou Reed Cure, Smashing Pumpikns e molti altri.

     

    In questa occasione sarà  possibile iscriversi al corso di "Guida all'ascolto – La musica moderna tenuto" da Stefano Allegra. Serata ad ingresso libero.

     

    Il programma completo dei corsi è qui.
     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...