spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Senza telefono e senza internet: Mercatale isolato dal mondo dal 21 dicembre

    Le attività commerciali sono danneggiate (e infuriate): fuori causa anche i pagamenti POS

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Durante la settimana di Natale appena trascorsa è difficile immaginare, coi tempi che corrono, un’attività commerciale isolata dai suoi clienti, senza telefono fisso e senza connessione a Internet.

    Eppure è proprio quello che è successo alla maggior parte dei negozianti di Mercatale, situati soprattutto in piazza Vittorio Veneto, che da sabato 21 dicembre a oggi, sabato 28 dicembre, si trovano senza linea telefonica e senza internet.

    La rabbia e lo scontento, come si può immaginare, sono dilaganti tra le attività, che oltre a non poter essere contattate per prenotazioni, come nel caso di parrucchieri e fornai, non possono usufruire del terminale di pagamento (POS), connesso alla linea telefonica, per permettere l’acquisto al cliente, né i bar possono registrare le schedine di gioco online.

    Al momento le attività commerciali “isolate” sono: cartoleria “Lo Scarabocchio”, negozio di abbigliamento “Iolana”, “Forno Alimentari”, “Bar Briciolo”, “Bar Italia”, parrucchiere “Daniele”, parrucchiere “Extrò”, “Tabaccheria Cenni Mauro”, Casa del Popolo e “Il Panaio”.

    “Non è possibile – dice Claudia del negozio di abbigliamento “Iolana” – che un’attività commerciale rimanga senza telefono e senza Internet per la settimana di Natale. Questo problema ha comportato, oltre che disagio, soprattutto una perdita economica per il mio negozio e per diverse altre attività del paese”.

    “Sono intenzionata – prosegue – a richiedere danni al mio gestore, perché una situazione di questo tipo proprio non ci voleva in un momento come questo”.

    Alcuni, come la casa del popolo e il “Forno Alimentari”, per ovviare momentaneamente al problema hanno trasferito la chiamata dal fisso al telefono mobile.

    “Almeno così – dice Costanza del “Forno Alimentari” – i nostri clienti possono effettuare le loro prenotazioni”.

    Connessione assente e linea telefonica interrotta persistono anche in numerose abitazioni private lungo via Gramsci, Nunzi e Caponnetto, dove i residenti, come i commercianti, si sono rivolti più volte al numero di assistenza tecnica (Tim) per chiedere un chiarimento.

    E il gestore informa che sta riparando “un guasto generalizzato presente nella zona, che richiederà un intervento di particolare complessità e non è necessario intervenire presso il domicilio”.

    Dunque, i tempi di intervento non sembrano brevi e tra le altre preoccupazioni i negozianti si chiedono se dall’1 gennaio il guasto sarà risolto per poter utilizzare i registratori di cassa telematici, obbligatori per legge dal nuovo anno, che altrimenti potranno essere rimpiazzati momentaneamente dal rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale al cliente e dalla compilazione del registro dei corrispettivi.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...