spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Era personaggio molto conosciuto a San Casciano: inaugurazione sabato 24 novembre

    Sabato 24 novembre alle 17.30, nella saletta espositiva della biblioteca comunale di San Casciano, si inaugura la mostra “Il mondo nello sguardo di Paolo”.

     

    L'esposizione raccoglie una serie di acquarelli realizzati dal sancascianese Paolo Mori,  insieme ad altri ragazzi con diversa abilità, nell'ambito di un ciclo di incontri dedicati alla pittura steineriana e condotti dalla pittrice Eugenia Liaci.

     

    L'iniziativa, promossa dalla Liaci e realizzata in collaborazione con l'associazione "Per crescere insieme", di cui i ragazzi fanno parte, propone uno sguardo sul passato per riscoprire il talento e ricordare Paolo Mori, recentemente scomparso. Ma lanciando anche uno sguardo sul futuro, nell'anelito di far convergere le forze verso il progetto dell'associazione, di costruire una casa famiglia per il futuro di questi ragazzi .

     

    Per tanti sancascianesi sarà un piacere scoprire le opere di Paolo, personaggio conosciuto da tantissimi anche per il suo periodo di lavoro presso l'amministrazione comunale sancascianese. Con quelle sue gambe lunghe e quel passo cadenzato, era davvero una componente fondamentale del "panorama sancascianese", in particolare nel tratto fra Montopolo e il circolo Arci, due luoghi simbolo nella sua quotidianità.

     

    La mostra, patrocinata dal Comune di San Casciano, si può visitare , oltre che nei giorni di apertura
    della biblioteca, anche il sabato e la domenica, fino al 6 dicembre.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...