spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mostra sui presepi a Chiesanuova, superata quota mille visitatori: si va avanti fino al 6 gennaio

    Presenti anche i grandi presepi d'autore della Toscana, come quelli di Barsanti, Fontanini, Marchi, aziende storiche nel settore

    CHIESANUOVA (SAN CASCIANO) – Prosegue con un bel successo di pubblico la mostra “Il Presepe e i suoi personaggi”, allestita presso gli spazi del CRC di Chiesanuova: che ha superato quota mille visitatori.

    Il 6 gennaio sarà l’ultimo giorno per ammirare i bellissimi presepi provenienti da tutta la Toscana.

    E sono proprio i presepi “d’autore” della Toscana ad essere presenti: come quelli di Barsanti, Fontanini, Marchi, aziende storiche nel settore, tutte ubicate nella valle della Lima a Bagni di Lucca.

    Bellissimi quelli della Regina Elisabetta di Barsanti, ma anche quelli di Fontanini hanno riscosso grande successo.

    Ma sono un po’ tutti ad essere fotografati: anche quelli locali della scuola dell’infanzia di Chiesanuova, oppure quello della parrocchia di San Donato, o quello del circolo di Chiesanuova.

    C’è tempo per tutta la settimana per ammirarli ancora: fino al giorno dell’Epifania, quando andranno riposti per essere ancora protagonisti nel prossimo 2023.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...