spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    E’ quello del calcio d’inizio. A prenderlo sugli spalti “Il Moro”: il racconto

    SAN CASCIANO – I fatti conseguenti alla finale di calcio d Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli, disputata a Roma sabato 3 maggio sono noti.

     

    Ma in tutto ciò c’è chi di quella partita ha portato a casa… un “trofeo”, ovvero il pallone di calcio che ha dato inizio alla sfida. E che prima della fine del primo tempo dopo un tiro è uscito dal campo andando tra il pubblico, tra la curva sud e la tribuna.

     

    Ed ecco che il pallone è finito tra le mani del “Moro”, accanito tifoso sancascianese della Fiorentina. E come dimostrano le foto del "prima" e del "dopo", alla fine il pallone… è rimasto a lui.

     

    "Fin da bambino – ci racconta – sono stato a contatto con i giocatori della Fiorentina. Il mio babbo faceva servizio allo stadio di Firenze e ogni volta che c’era una partita mi portava con sé, così sono diventato un tifoso viola".

     

    "Siamo riusciti a entrare allo stadio alle 20.55 – racconta ricordando la serata di sabato scorso – e all’interno girava la voce che un tifoso del Napoli era stato ucciso. Il rischio era che non si disputasse la partita. Dopodiché i fatti sono noti a tutti".

     

    "Il bello – ci dice ancora – è che non si capisce come abbiano fatto a passare tutte quelle bombe carta lanciate dai tifosi del Napoli. Io mi ero portato una banana e quando lo steward l’ha vista mi ha detto che sarei entrato solo senza! Cosa ho fatto? Ho preferito… mangiarla subito, altrimenti l’avrei dovuta lasciare insieme a tante altre rimaste lì da una parte".

     

    Nonostante tutto però il "Moro" non è tornato a mani vuote a San Casciano: sul pullman insieme agli altri tifosi al vetro era stato appeso anche un cartello con la scritta “Il Moro c’era”.

     

    E con quel pallone “recuperato” il viaggio di ritorno è stato diverso, potendo fare anche qualche palleggio esorcizzando così l’amarezza della sconfitta.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...