spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 26 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bocconi (avvelenati?) trovati lungo la Sugana: allarme a Cerbaia

    Le polpette sono state recuperate dalla polizia locale che le ha inviate in un laboratorio per analizzarle

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – I bocconcini, preparati ad arte, che vedete nella foto sono stati trovati lungo la Sugana a Cerbaia venerdì mattina da una abitante del luogo che insieme al padre era uscita di casa per fare la consueta passeggiata accompagnata dai suoi due cani.

     

    Uno dei due animali si è avvicinato ai bocconcini annunsandoli incuriosito, stava per addentarne uno ma è stato bloccato per tempo da un grido della padrona che si è accorta della presenza delle polpette.

     

    Si trattava di polpette di pane con qualche pezzetto di carne sistemate su una struttura di legno sulla riva della Sugana raggiungibile da una contrada di via Bini Smaghi, una zona molto frequentata da cani e gatti e "qualunque bestiola avrebbe potuto mangiarle e morire", spiega la donna che ha fatto la segnalazione.

     

    La donna ha infatti subito pensato che potessero contenere veleno per topi e ha immediatamente avvisato le autorità, intervenute per un sopralluogo.

     

    I bocconi sono stati quindi recuperati dagli agenti della polizia locale di San Casciano, che ha già provveduto a inviarli alle autorità competenti per gli analisi e gli accertamenti sulla loro composizione

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua