spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rifiuti abbandonati in via Faltignano : individuata la ditta edile responsabile. Segnalata alla Procura

    Titolare rintracciato grazie a una ricevuta d'acquisto trovata in mezzo al materiale abbandonato: plastica, involucri di cemento, polistirolo, ...

    SAN CASCIANO – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Casciano, durante un servizio di controllo volto alla prevenzione e repressione dei reati contro l’ambiente, hanno rinvenuto un abbandono di rifiuti speciali in un’area boscata in via di Faltignano.

    I militari hanno proceduto a ispezionare il cumulo di rifiuti costituito da quattro grossi sacchi neri, al fine di rilevare la presenza di documenti, etichette o altro che consentisse di identificare i responsabili dell’abbandono.

    Il contenuto dei sacchi era costituito da polistirolo, involucri di cemento vuoti, sacchi di plastica per materiale edile, cavi elettrici, tubi di plastica, materiale vario per edilizia.

    Dall’ispezione è stata rinvenuta una ricevuta, relativa a una transazione emessa da un negozio di Montespertoli.

    Dall’interrogazione delle banche dati è stato individuato l’intestatario, che ha fornito ai militari informazioni che hanno permesso di individuare l’autore dell’abbandono.

    Identificato in una ditta edile che aveva fatto lavori di ristrutturazione ad un edificio.

    Il titolare della ditta edile è stato quindi segnalato alla Procura della Repubblica di Firenze per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi, in base al Testo Unico Ambientale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...