spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 2 marzo l’inaugurazione della nuova sede della Misericordia di Mercatale

    Dalle 10, grande taglio del nastro. Accoglienza, benedizione, inaugurazione, saluto di Governatore, autorità, istituzioni, buffet finale

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Lo avevamo anticipato a inizio febbraio, quando avevamo fatto una visita in anteprima: a inizio marzo, finalmente, la Misericordia di Mercatale avrebbe inaugurato la sua nuova sede.

    E adesso c’è la data ufficiale: sabato 2 marzo, a partire dalle 10, grande taglio del nastro.

    Accoglienza, benedizione, inaugurazione, saluto di Governatore, autorità, istituzioni, buffet finale.

    Il nuovo edificio ha una superficie totale di circa 1.400 metri quadrati: c’è una sala polivalente al piano terra di oltre 300 metri quadrati, con all’interno una sala lettura realizzata grazie ad una donazione.

    Nel nuovo garage per i mezzi di emergenza c’è la possibilità di uno spazio di rimessaggio.

    Realizzata anche una sala del commiato, necessaria da tempo per la comunità mercatalina.

    L’ultimo piano comprende vasti ambienti che saranno adibiti a diverse funzioni.

    Fra cui la creazione di una palestra per la fisioterapia.

    C’è anche un piano dedicato esclusivamente ad ambulatori, sette locali che verranno adibiti a studi medici. 

    Misericordia di Mercatale, il nostro “viaggio” (in anteprima) dentro la nuova sede

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...