spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, uomo dà in escandescenze e prende a calci l’auto dei vigili: necessarie le manette

    Momenti di tensione nel pomeriggio di oggi all'altezza del Tondo delle Corti. Dove un giovane ha aggredito le auto di passaggio. Necessario l'intervento di polizia locale, carabinieri, ambulanza

    SAN CASCIANO – Nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 1 luglio, si sono vissuti momenti di tensione lungo via Grevigiana, all’altezza del Tondo delle Corti.

    Un giovane di colore, a torso nudo, alto quasi un metro e novanta, ha dato in escandescenze mettendosi nel mezzo della strada. Fermando le auto in transito e sbattendo i pugni sui cofani.

    Immediata la richiesta di aiuto, da parte degli automobilisti, alla polizia locale di San Casciano: che ha inviato sul posto due pattuglie.

    L’uomo nel frattempo aveva preso la strada sterrata per San Piero di Sotto. Lì è stato intercettato dagli uomini della polizia locale, che hanno tentato di fermarlo e riportarlo alla ragione.

    Per tutta risposta, ha iniziato a prendere a calci e pugni l’auto di servizio. A quel punto è stato necessario bloccarlo, mentre gridava frasi sconnesse. In italiano ma anche nella sua lingua.

    Uno stato di alterazione tale, da rendere necessario l’uso delle manette per evitare che si potesse fare del male.

    E’ stato allertato anche il 112, che ha inviato un’ambulanza della Misericordia di San Casciano (una Delta) con i volontari a bordo (senza infermiere specializzato); inoltre, è stata inviata in supporto alla polizia locale anche una pattuglia dei carabinieri di Montespertoli.

    Nel frattempo, via San Piero di Sotto è stata chiusa al traffico. Un elogio va agli agli agenti della polizia locale che, nonostante la difficoltà iniziale, sono riusciti a gestire con freddezza gli attimi seguenti al fermo.

    Con professionalità e la necessaria durezza, ma con molto rispetto nei confronti del giovane.

    Un agente in particolare l’ha tranquillizzato (per quanto possibile) dandogli dell’acqua e cercando di parlarci, riuscendo perfino a strappargli un sorriso.

    L’uomo ha poi accettato di salire in ambulanza; con lui sono saliti anche due agenti della polizia locale, per accompagnarlo in codice giallo all’ospedale Santa Maria Annunziata.

    L’uomo, che dai primi riscontri dovrebbe avere circa 40 anni e lavorare in un agriturismo della zona, pare sia risultato in regola con i documenti e con il permesso di soggiorno.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...