martedì 2 Marzo 2021
Altre aree

    San Casciano, aumentano i furti in casa in questi primi giorni del 2021: il racconto di un derubato

    Nel capoluogo e nelle frazioni almeno tre quelli, purtroppo, andati a segno in poche ore (anche all'ora di pranzo). La testimonianza: "Ecco quello che abbiamo trovato appena rientrati in casa"

    SAN CASCIANO – Sono aumentati, in questi primi giorni di gennaio, i furti nelle case e negli appartamenti nel comune di San Casciano.

    Nel capoluogo e nelle frazioni almeno tre quelli, purtroppo, andati a segno in poche ore.

    Gli orari variano dal primo pomeriggio, come nel caso del furto in un appartamento mentre i proprietari erano a pranzo e non si sono accorti dell’intrusione, al tardo pomeriggio, prima di cena.

    A raccontare come è andata in uno dei tre è il proprietario di una casa in via Pisignano, aperta campagna alle porte di San Casciano.

    “Quando siamo rientrati – ci dice – abbiamo trovato quello che mai nessuno vorrebbe. Per entrare hanno sfondato una porta a vetro e, una volta all’interno, hanno girato per tutte le stanze mettendo sotto sopra tutto quello che potevano immaginare contenesse qualche oggetto prezioso. Alla ricerca di una cassaforte, che non possediamo”.

    Oltre ai danni, sono riusciti a rubarvi oggetti di valore?

    “L’unica cosa con cui sono fuggiti sono due anelli d’oro”.

    Avete avvisato subito i carabinieri.

    “Certo, hanno fatto due sopralluoghi, oltre al gruppo della scientifica per rilevare elementi identificativi”.

    Sono arrivati a trovare indizi?

    “Per il momento è presto dirlo, stanno lavorando minuziosamente, dai dati riscontrati però si presume che i ladri avessero monitorato i nostri spostamenti”.

    Importante per le forze dell’ordine è anche la collaborazione con i cittadini, specialmente per chi abita nelle piccole frazioni.

    # Furti nelle abitazioni: la polizia di Stato sgomina una banda che colpiva nel Chianti fiorentino

    Se qualcuno nota auto sospette, è bene annotare i numeri di targa e comunicarli subito ai carabinieri; così come se si notano persone sospette, è bene fare immediatamente la segnalazione.

    Inoltre, sarebbe buona cosa installare (se si è nelle possibilità) un buon allarme.

    Non aprire a persone sconosciute che si possono presentare con mille scuse e poi, una volta in casa, mettere in atto le più svariate truffe.

    Insomma, per ogni dubbio si può comporre il 112: dall’altra parte vi risponderà personale dell’Arma, preparato ad ascoltarvi e consigliarvi su quel che potete fare. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...