spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, buone notizie dal “fronte” Tpl: reintrodotte alcune corse

    L'assessore Masti: "Soddisfatti del risultato ottenuto, sono state reintrodotte alcune delle corse più attese dalla comunità provenienti e dirette a Firenze"

    SAN CASCIANO – Notizie positive nel comune di San Casciano in merito al servizio di trasporto pubblico locale.

    Annunciate alcuni giorni fa e confermate dall’amministrazione comunale grazie all’impegno e al lavoro condiviso con la Città Metropolitana ed in particolare dal consigliere delegato ai Trasporti Francesco Casini.

    Sono state reintrodotte alcune delle corse più attese dalla comunità provenienti e dirette a Firenze.

    Dal 27 luglio ripartiranno la corsa feriale escluso il sabato delle ore 17.05 con il percorso Firenze, Superstrada, San Casciano, Bargino, Chiantigiana, Sambuca, Campo Sportivo, Morrocco Tavarnelle, Barberino Val d’Elsa.

    L’altra corsa feriale, escluso il sabato, è quella delle ore 18.08 da Barberino, Tavarnelle, San Casciano, Superstrada, Firenze.

    “Un risultato che abbiamo potuto raggiungere – dichiara l’assessore ai trasporti e alla mobilità Elisabetta Masti – grazie all’azione pronta ed efficace del lavoro di rete condotto dal consigliere delegato Francesco Casini”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...