spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano: durante i lavori di scavo in via Scopeti emerge una bomba tedesca

    Sembra uguale a quelle rinvenute nel dicembre 2019 lungo via Borromeo, che causarono l'evacuazione di centinaia di persone per due giorni

    SAN CASCIANO – Nel pomeriggio di ieri, martedì 8 febbraio, l’operaio che stava manovrando l’escavatore per interrare un tubo di Publiacqua si è accorto, dal rumore della benna, che aveva toccato qualcosa d’insolito.

    Fermatosi per verificare di quale oggetto si trattasse, si è subito reso conto che si trattava di un ordigno bellico.

    Così sono stati immediatamente interrotti i lavori, e avvisati i carabinieri della Stazione di San Casciano.

    Siamo all’inizio di via Scopeti, in parallelo alla via Cassia per Firenze, vicini alla rotonda in ingresso al capoluogo.

    I carabinieri dopo il sopralluogo hanno messo la fettuccia per delimitare l’area del ritrovamento, e avviato l’iter per l’attivazione del recupero da parte dell’Esercito Italiano.

    Quello appena ritrovato sembra essere un ordigno di fabbricazione tedesca, proprio come quelli rinvenuti nel dicembre 2019 in via Borromeo, dove ne furono portati alla luce ben 21.

    Un ritrovamento, quello di via Borromeo, così ingente da dover evacuare una zona di rispetto intorno agli ordigni, con centinaia di persone fuori casa per un paio di giorni.

    “Siamo davvero sfortunati – ci dicono i residenti di questo pezzo iniziale di via Scopeti – Sono passati per ben tre volte, per la fibra, Enel e Publiacqua, ma non era venuto alla luce niente”.

    Effettivamente il tratto di strada è stato aperto e chiuso più volte, ma nessuno si era imbattuto in alcun residuato bellico.

    “La nostra speranza è che arrivino presto a toglierlo, e magari verifichino che non ce ne siano altri” dicono ancora i residenti appresa la notizia. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...