mercoledì 3 Marzo 2021
Altre aree

    San Casciano e la memoria: una serie di eventi on line per non dimenticare l’orrore della Shoa

    In un video le letture di e con Tiziana Giuliani in memoria delle famiglie di Giacomo Modigliani e Paolo Sternfeld e di tutte le vittime della Deportazione

    SAN CASCIANO – Commemorazioni istituzionali, video e incontri letterari e teatrali caratterizzano il programma di eventi on line che l’amministrazione comunale ha organizzato per non dimenticare le vittime dell’Olocausto.

    Sono diversi gli appuntamenti con i quali il Comune di San Casciano celebrerà la Giornata della Memoria, ricorrenza internazionale che ogni anno dal 2000 in Italia e dal 2005 su scala mondiale tiene vivo il ricordo del 27 gennaio 1945, momento storico in cui l’Armata rossa liberò il campo di concentramento di Auschwitz.

    L’evento di apertura è in programma domenica 24 gennaio alle ore 17 in diretta Facebook dalla pagina del Comune.

    Il sindaco Roberto Ciappi, l’assessore alla cultura Maura Masini incontreranno virtualmente Michele Sarfatti, storico e docente di storia contemporanea e autore del libro “Il cielo sereno e l’ombra della Shoah – Otto stereotipi sulla persecuzione antiebraica nell’Italia fascista” (Viella 2020).

    All’iniziativa, organizzata dall’associazione Sgabuzzini Storici, prenderanno parte anche Matteo Mazzoni, direttore dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, Marta Baiardi, ricercatrice dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana e Sara Gremoli dell’associazione Sgabuzzini Storici.

    Le commemorazioni proseguiranno mercoledì 27 gennaio, a partire dalle ore 10, con la deposizione di un omaggio floreale da parte del sindaco Roberto Ciappi e dell’assessore Maura Masini sulle pietre di inciampo, poste in via Roma, in memoria delle famiglie di Giacomo Modigliani e Paolo Sternfeld e di tutte le vittime della persecuzione razziale e dello sterminio degli ebrei nel secondo conflitto mondiale.

    Seguirà la pubblicazione di due video sui canali social del Comune, (Facebook e YouTube), disponibili anche in differita dal contenitore virtuale Il Melograno.

    Le pietre d’inciampo inserite in via Roma nel 2018

    Di particolare rilievo il video con le letture di e con Tiziana Giuliani, attrice, drammaturga, regista, e gli allievi del Teatro dei Passi – Arcazzurraformazione, tratte dal testo teatrale di Tiziana Giuliani, vincitrice nazionale del Premio Matteotti 2020, indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ispirato agli ideali di Giacomo Matteotti.

    L’opera è “Via Roma 34: il gioco interrotto, storia della famiglia Modigliani tra San Casciano in Val di Pesa e Firenze 1943-1944”. 

    Paolo Sternfeld e Giacomo Modigliani furono arrestati il 17 ottobre del 1943, deportati nei campi di prigionia e concentramento a Fossoli, nei pressi di Carpi, e assassinati dalle truppe nazifasciste ad Auschwitz nel 1944.

    Le pietre d’inciampo di San Casciano sono state installate dall’artista tedesco Gunter Demnig nel gennaio 2018.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...