spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Pensionato sancascianese: “E andavo pure piano. Risarcimenti? Non ci sono speranze di averli”

    TALENTE (SAN CASCIANO) – E’ costato caro a un pensionato di San Casciano l’incidente avvenuto pochi giorni fa nei pressi del Talente: 1.400 euro che magari, invece di spendere dal carrozziere, potevano tornargli utili per altre spese.

     

    Un botto tremendo contro uno degli ungulati più numerosi presenti nel nostro territorio, in cinghiale, che oltre a creare danni insosteninili all'agricoltura non scherza… nemmeno con gli automobilisti (la foto sopra è d'archivio).

     

    Così ha raccontato al Gazzettino del Chianti la su disavventura: "Stavo tornando da Cerbaia verso San Casciano, in compagnia di un conoscente a bordo della mia Ford Fiesta, avevo percorso il San Giovanni e stavo per entrare nella frazione del Talente".

     

    "Il limite di velocità – prosegue – è di 50 km orari, ma posso assicurare che andavo molto più piano, quando all’improvviso ho sentito un colpo all’auto, tanto che mi si è bloccata e non riuscivo ad andare avanti".

     

    "Ci siamo guardati in faccia – racconta ancora – dietro di me c’era un altro automobilista quasi seccato per l’improvvisa fermata. Ho provato così a mettere la retromarcia e dopo alcuni sobbalzi, di fronte a noi è schizzato un cinghiale che, sebbene acciaccato, si è infilato tra i filari della vigna scomparendo".

     

    L'impatto non è avvenuto di notte, ma era buio: "Erano passate da poco le 18 e per fortuna andavo piano, altrimenti non so cosa poteva succedere".

     

    Ha chiamato la polizia provinciale? "Guardi – risponde sincero – non me la sono sentita di scomodare nessuno, tanto i danni non mi sarebbero stati rimborsati. C’è tanto di cartello di pericolo, così mi è rimasto solo di… lasciare l’auto dal carrozziere e pagare".

     

    La zona è molto pericolosa in quel tratto, non solo per l’attraversamento dei cinghiali, ma anche di daini e caprioli.

     

    L’unica cosa che possiamo suggerire (qui come altrove) è di avere la massima prudenza alla guida e una buona dose di…fortuna per non impattare con gli ungulati.

     

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...