spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una serata speciale a Mercatale, fra Dante, Boccaccio e… bomboloni

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Un salottino letterario nell’ex forno del “Panaio” a Mercatale . E’ quello che un piccolo gruppo di amici è riuscito a dare vita in una notte d’agosto.

     

    Dopo aver degustato i sapori della “cucina senza fuochi”, si è passati ai saperi con la dottoressa Sandra Lucchesi che ha letto dei brani tratti dal “Chichibio” di Giovanni Boccaccio. Per poi passare al professor Roberto Cacciatori che ha trasportato i presenti nel canto trentesimoterzo dell’inferno con il conte Ugolino della Gherardesca rinchiuso con due figli e due nipoti nella torre dei Gualandi.

     

    "La bocca sollevò dal fiero pasto Quel peccator, forbendola a’ capelli Dal capo, ch’egli avea diretro gusto".

     

    Così, sotto lo sguardo severo di Dante, le pale usate per sfornare il pane, diversi tipi di farina e il Gallo Nero simbolo del Chianti a guardia della “madre” del pane, uno scroscio di applausi prolungato, è stata salutata quella che, probabilmente, non sarà né la prima né l’ultima serata all’insegna dei saperi e dei sapori nell’ex suggestivo forno di “Beppe il Panaio” (Giuseppe Scialabba).

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...