spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Uno spettacolo per aiutare la ricostruzione di una casa di riposo distrutta dal terremoto

    La compagnia Lavori in corso replica all'Everest "Ma icché www.sognate.com", il 9 dicembre

    SAN CASCIANO – Un progetto condiviso tra l'amministrazione del Comune di Castelsantangelo sul Nera, il circolo Acli di San Casciano e la compagnia Lavori in Corso:  ritorna al Cinema Teatro Everest, venerdì 9 dicembre, lo spettacolo "Ma icché www. sognate. com".

     

    Con questa iniziativa la compagnia vuole sostenere le popolazioni colpite dal terremoto, abbracciando una delle tante iniziative che servono a far ripartire il paese di Castelsantangelo: la ricostruzione della casa di riposo per anziani che è andata completamente distrutta.

     

    Quello verrà raccolto con la vendita dei biglietti di ingresso sarà interamente consegnato all'amministrazione del paese umbro per realizzare un sogno: che tutti possano tornare nei loro luoghi dove sono nati e vissuti e riappropiarsi della loro vita.

     

    Lo spettacolo è un viaggio nel  mondo magico della terza età, dove sogno e realtà si mescolano e dove uomini e donne si fanno testimoni alle generazioni future. Si ride e si riflette con leggerezza su quello che tanto leggero non è l'Amore.

     

    La Compagnia Lavori in corso nasce sei anni fa quando un gruppo di amici si ritrova e si unisce con l'intento di creare nuove storie da raccontare. "Ma icchè www. sognate. com" Regia: Roberta Tassini, Luci: Iuri Mannini – Suono Serena Rigacci – Video Eugenio Frosali – Scenografie Paola Neri. Ingresso unico 10 euro, prevendite presso Cinema Teatro Everest, info tel 0558290345, info@cinemateatroeverest.it www.cinemateatroeverest.it

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...