spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Il taccuino dei ricordi”: domenica 27 ottobre spettacolo teatrale a Villa del Cigliano

    Messo in scena dagli allievi del laboratorio di "Performing" del Teatro dei Passi. In ricordo di Niccolò Montecchi

    SAN CASCIANO – Viste le previsioni meteo all’insegna del bel tempo anche per il prossimo weekend, consigliamo ai nostri lettori un appuntamento da non perdere presso Villa del Cigliano, domenica 27 ottobre.

    Gli allievi del laboratorio di “Performing” del Teatro dei Passi (che fa parte della compagnia stabile Arca Azzurra Formazione, del Teatro Niccolini) diretti dalla loro insegnante, nonché regista, Tiziana Giuliani, metteranno in scena “Il taccuino dei ricordi”.

    Uno spettacolo itinerante, che prenderà forma tra le sale della villa ed il giardino, sul racconto teatrale, dove i cinque attori racconteranno loro stessi attraverso delle storie, da loro scritte, legate ai ricordi di fatti, persone o emozioni importanti della loro vita.

    TIZIANA GIULIANI – Insegnante del “Teatro dei Passi”. Regista de  “Il taccuino dei ricordi”

    “Essendo lo spettacolo il racconto di qualcosa di molto intimo – ci spiega Tiziana Giuliani – cercavo un luogo magico, comunicativo, che potesse esaltare la performance degli attori ma che al tempo stesso coinvolgesse anche il pubblico”.

    “Su consiglio di Mesi Bartoli ed Alessandra Bini (segretaria dell’Associazione Il Magnifico) la scelta è caduta su Villa del Cigliano- sottolinea Tiziana – e credo che non ci potesse essere luogo migliore vista la profonda amicizia che mi legava a Niccolò Montecchi, con il quale ho condiviso la passione per il teatro”.

    Gli attori, tutti giovani sancascianesi, intratterranno il pubblico attraverso cinque racconti su tematiche care ad ognuno di noi: l’amicizia, il ricordo dei nonni, l’infanzia, la passione per l’arte, sulle note della bravissima Serena Rinaldi, alla chitarra classica. I piccoli dei laboratori teatrali invece accompagneranno il pubblico tra una storia ed un’altra, con delle filastrocche.

    Si parte dalla villa con Andrea Batacchi, che ci racconterà una storia su un’amicizia universitaria; Maria Sara Cellai e Barbara Busetto animeranno nella limonaia il ricordo di un mese di settembre e la scoperta della passione per la pittura.

    E Andrea Castrucci, sotto il grande albero, ci racconterà la storia della nonna. Poi tutti riuniti intorno al pozzo del giardino, per ascoltare il racconto di Anna Spedicato, scritto da Gloria Lapini, sul ricordo della nonna di un magico valzer, ballato alla fine della guerra.

    “Alla fine – ci anticipa Tiziana – l’ultimo breve racconto, da me scritto, interpretato dalla bravissima collega Nicoletta Matteuzzi, ci porterà nella terra dei sentimenti nel ricordo delle persone scomparse che abbiamo amato, con uno sguardo alle stelle che ci guardano da lassù”.

    Basta rivelazioni. L’appuntamento per ascoltare questi bei racconti in una location unica, è domenica pomeriggio alle 14.30. Dopo la degustazione di un bicchiere di vino del Cigliano, alle 15.30 l’inizio dello spettacolo.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...