spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vigili del fuoco ufficialmente operativi in Chianti fiorentino h24: attivata la sede di San Casciano

    Da stamani mattina il distaccamento del Bardella è operativo con personale e mezzi sul posto 24 ore su 24, sette giorni su sette. Un momento "storico" per il nostro territorio

    SAN CASCIANO – Lo possiamo definire, senza timore di venire smentiti, un momento “storico”.

    Per San Casciano e per tutto il territorio del Chianti fiorentino.

    Che da stamani, lunedì 27 novembre, ha una postazione dei vigili del fuoco tutta… “sua”.

    E’ entrata infatti ufficialmente in funzione la sede di San Casciano (zona artigianale del Bardella), dopo anni fra realizzazione e messa in opera.

    Qui vivranno e lavoreranno i vigili del fuoco divisi in tre turni, che copriranno quindi tutte le 24 ore.

    E saranno “di stanza” proprio qui: in passato infatti, per alcuni periodi, erano stati presenti in orario 8-20. 

    Ma arrivando sempre la mattina con i mezzi da fuori; e venendo via la sera.

    Da oggi, invece, copertura full time, con gli stessi vigili del fuoco che qui dormiranno e svolgeranno tutte le loro mansioni. Pronti a partire quando ce ne sarà bisogno.

    Ancora non è stata comunicata una data ufficiale per l’inaugurazione istituzionale.

    Si potrebbe azzardare il 4 dicembre, festa di Santa Barbara (patrona dei vigili del fuoco): ma sarà lo stesso Corpo dei vigili del fuoco (insieme al Comune di San Casciano) a comunicarlo.

    Intanto, però, il distaccamento del Bardella è operativo h24. E per tutto il nostro territorio è una grande notizia.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...