spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Gazzettino del Chianti incontra la donna lasciata per terra sulla Chiantigiana a Ponte a Niccheri

    BAGNO A RIPOLI – Ne è uscita con due costole rotte e una prognosi di 15 giorni. Dell'auto che ha urtato il suo motorino a Ponte a Niccheri, l'ha fatta cadere a terra e se n'è andata, non c'è ancora nessun traccia.

     

    "Voglio cogliere l'occasione – dice la donna al Gazzettino del Chianti – per ringraziare le persone che mi hanno soccorsa all'istante. La fisioterapista che ha messo la sua macchina per proteggermi mentre ero stesa a terra, il medico che mi ha visitato per sapere se era tutto a posto".

     

    Si ricorda che aveva appena superato il nuovo Burger King e stava deviando in direzione dell'Antella, sulla Chiantigiana, quando una macchina nera, probabilmente un'utilitaria, le ha tagliato la strada.

     

    "Ho battuto sulla portiera laterale – dice – sulla sinistra, ricordo bene la scena, la sensazione di non riuscire a frenare in  tempo. Sono cose che possono succedere a chi va in motorino, quello che fa rabbia è il disinteresse di chi era al volante".

     

    La polizia municipale ripolese sta lavorando per identificare chi guidava l'auto nera: un aiuto in questo senso potrebbe venire dalle telecamere che sono sistemate all'incrocio, mentre un appello a raccontare più dettagli possibile è rivolto a chi può aver assistito all'incidente anche da parte del sindaco Luciano Bartolini che su Facebook ha definito l'episodio gravissimo.

    di Lisa Baracchi

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...