spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 3 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Commovente incontro con Gabriel Batistuta di un grassinese molto, molto… speciale

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Era il suo vero idolo, quando con la criniera al vento spazzava via i portieri e "smitragliava" le curve d'Italia e d'Europa: il "Cipo" era uno dei tanti tifosi viola che si esaltavano nel seguire le gesta di Gabriel Omar Batistuta.

     

    Poi le strade della vita: il "Bati" che prima va via da Firenze e poi lascia il calcio. Il "Cipo" che non viene risparmiato dalla malattia e che oggi combatte, assieme a un gruppo di amici speciali, giorno dopo giorno.

     

    Nei giorni scorsi la notizia che il "Re Leone" sarebbe stato a Firenze nel fine settimana scorso e almeno fino a oggi, lunedì 2 dicembre. Gli amici si muovono per vedere se si può, se il "Cipo" può trovarsi finalmente faccia a faccia con il "Bati".

     

    Niente da fare, strade chiuse. Poi, nel tardo pomeriggio di domenica 1 dicembre, la telefonata di un amico: "Ragazzi sono con Batistuta, portate il Cipo".

     

    La corsa in macchina e, finalmente, l'incontro (in foto): con una maglia dell'Argentina presa al volo a casa e neanche una penna per farsela… autografare.

     

    Ma non importa. Quel che conta sono gli occhi del "Cipo": chi lo ha visto, per quei dieci minuti accanto al "Bati", lo ha visto pieno di una felicità vera. Pura. Totale.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...