spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terza corsia A1, il cavalcavia di via Romanelli chiude al traffico per quattro giorni dalle 9 alle 16

    Da lunedì 23 fino a giovedì 26 stop alla viabilità per consentire a Pavimental di proseguire con i lavori

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Il cavalcavia di via Romanelli, nel centro abitato di Antella, chiuderà al traffico per quattro giorni per fare spazio ai cantieri per la realizzazione della terza corsia dell'autostrada A1.

     

    L'interruzione della viabilità sarà in vigore da lunedì 23 a giovedì 26 ottobre 2017, tra le 9 di mattina e le 16.

     

    "La chiusura alle auto – spiega il Comune in una nota – si rende necessaria per consentire a Pavimental, la ditta che esegue i lavori della terza corsia, di realizzare i pali su cui, in una fase successiva, sarà costruita la galleria che sorgerà in quel tratto".

     

    "Per limitare i disagi alla popolazione del lato a nord di via Romanelli – si spiega ancora – e dare comoda accessibilità di transito, è stata allestita una viabilità alternativa all'interno dell'area del cantiere e parallela al tracciato dell'autostrada, che potrà essere imboccata dalla zona industriale di via Sandro Pertini".

     

    "Una pista di cantiere – si conclude – che potrà essere utilizzata sia dai residenti sia dai mezzi impegnati sul cantiere".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...