sabato 4 Luglio 2020
Altre aree

    Le "Olimpiadi" fra Rsa: sabato 25 maggio le "gare" a Bagno a Ripoli

    BAGNO A RIPOLI-SAN CASCIANO – Sabato 25 maggio le Rsa Villa Jole (Bagno a Ripoli), Villa Amelia (Prato) e Villa San Martino (San Casciano) festeggeranno l’arrivo della primavera con una grande festa a tema che è stata chiamata "Le Nostre Olimpiadi, Il Gioco è Vita".

     

    Da sempre le strutture praticano i giochi ludico motori raggiungendo obiettivi importanti, come dar vita a momenti di leggerezza, divertimento, autostima e sana competitività degli ospiti, coinvolgendo anche il personale delle tre diverse Rsa (in particolare animatori, operatori e fisioterapisti), e i parenti stessi, con tutto il loro bagaglio emotivo ed impegno pratico.

     

    I giochi di sabato 25 maggio sono il risultato finale di una lunga e attenta pianificazione data da un intenso "allenamento" di tutti gli ospiti delle tre strutture, che hanno accolto con gioia la "preparazione atletica" e si sono cimentati nei giochi con entusiasmo e divertimento.

     

    "Siamo convinti – dicono dalle strutture – che giocare e “mettersi in gioco” faccia bene a tutti e a tutte le età. Per questo diciamo… il gioco è vita".

     

    L'evento durerà per tutto il giorno, dando vita a un gemellaggio tra le tre strutture e si svolgerà a Villa Jole, in via Giusiani 4 a Bagno a Ripoli.

     

    Questo il programma della giornata: ore 10 arrivo dei gruppi esterni e cerimonia di inizio; ore 10-45-12.15 svolgimento dei giochi della mattina; ore 15.30-17.30 giochi pomeridiani e premiazione squadre; ore 17.30 saluti finali e buffet per tutti (la festa peraltro sarà interamente plastic free).

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...