spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Leonardo Lazzeri trionfa anche… nel Sol Levante. E il 25 giugno concerto della “sua” Accademia Ars Nova

    BAGNO A RIPOLI – Ancora un premio per Leonardo Lazzeri, chitarrista grassinese di 12 anni allievo del Maestro Antonello Scarpa all’Accademia musicale Ars Nova, che ha sedi a Grassina, Balatro e Firenze.

     

    Leonardo si è aggiudicato il “Fighting Spirit Award” al 37° Japan Junior Guitar Competition di Tokyo suonando, davanti a una giuria formata da venti tra i più eminenti chitarristi e docenti giapponesi, brani di notevole difficoltà quali lo studio n. 4 dall’Op. 35 di Fernando Sor e il Vals de Primavera di Augustin Barrios Mangoré.

     

    Leonardo aveva già al suo attivo  numerosi importanti premi e borse di studio, ma questa affermazione – conseguita tra l’altro in uno dei concorsi giovanili di più alto spessore- è la prima all’estero sia per lui che per Accademia musicale Ars Nova, il che è per tutti fonte di grande soddisfazione.

     

    Accademia musicale Ars Nova presenterà giovedi 25 giugno, con inizio alle 21.30 in piazzetta della Pace a Bagno a Ripoli, il concerto di allievi “Bravo Bravissimo”.

     

    Allo spettacolo, che fa parte dell’Estate ripolese e che sarà a ingresso libero, non sarà presente Leonardo Lazzeri il quale si godrà le meritate vacanze giapponesi,  ma parteciperanno altri tra i tanti allievi meritevoli dell’Accademia: i  pianisti pluripremiati in concorsi musicali Tommaso Mattei, Anik Sofia Lammel e Celeste Sgueglia; Olimpia Bigiarini al Violino; il batterista Niccolò Fantini e la cantante Beatrice Innocenti, anch’essa vincitrice di concorsi, la quale si esibirà sia in repertorio lirico che leggero.

     

    Informazioni al 3384251173 o info@accademiamusicalearsnova.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua