spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Grassina: mattinata di grandi pulizie dei giardini per un gruppo di genitori

    Tutto era nato nei giorni scorsi, dopo le notizie del ritrovamento di alcune siringhe in altre zone del paese

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Tante foglie, cartacce, rifiuti classici del contesto urbano: nella prima mattinata di freddo, domenica 22 novembre a Grassina, un gruppo di genitori (alcuni accompagnati anche da qualche bimbo) si sono ritrovati per dare una bella pulita ai giardini di fronte alla casa del popolo e quelli accanto al circolo Acli.

     

    Tutto è nato nei giorni scorsi, dopo le notizie che si sono susseguite del ritrovamento di alcune siringhe in altre zone del paese (non ai giardini in questione, chiariamo subito).

     

    Siringhe che, è bene chiarirlo, non sono state consegnate alla Stazione dei carabinieri. E non è quindi possiible sapere, ad oggi, se si trattasse di aghi davvero usati oppure di scherzi di cattivo gusto.

     

    Siringhe o non siringhe, questi genitori si sono detti… ritroviamoci tutti insieme per dare una bella ripulita (compresa anche di taglio di qualche siepe… "fuori controllo") alle zone in cui i nostri bimbi vengono a giocare.

     

    In pratica l'unica al momento presente a Grassina, paese che sconta in maniera evidente questa carenza, nell'agenda dell'amministrazione comunale per il 2016.

     

    "Adesso – ci dice qualcuno di questi genitori a lavori ultimati – cercheremo di dare continuità e, magari, aspettiamo altri volontari. Perché non ci si può sempre limitare a criticare, ma ogni tanto è bene anche…rimboccarsi le maniche".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...