spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Frana a Vallina lungo la Sp 34 (via di Rosano), la strada verrà riaperta stanotte

    Da stasera a mezzanotte sarà istituito il senso unico alternato fino alla fine dei lavori (23 marzo)

    VALLINA (BAGNO A RIPOLI) – Stamani nuovi sopralluoghi in prossimità della frana che si è verificata nella giornata di ieri, giovedì 8 marzo, in località Vallina e che ha comportato la chiusura della strada SP 34, via di Rosano.

     

    Il fronte della frana è piuttosto esteso, sono già al lavoro uomini e mezzi per mettere in sicurezza l'area e ripristinare lo smottamento.

     

    Per il momento la strada resta chiusa, gli operai stanno facendo tutto il possibile per istituire almeno il senso unico alternato da stanotte.

     

    "Già da stamani – dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – con i sindaci di Fiesole e Pontassieve e i comandi di polizia municipale con cui siamo in coordinamento, sono stati predisposti lo spegnimento di alcuni semafori lungo le vie alternative come la SS67 via Aretina e la SP1 via Roma".

     

    "Inoltre – spiega ancora – per agevolare l'uscita dal viadotto Marco Polo e dal Casello A1 Firenze Sud in direzione Antella-San Donato, abbiamo predisposto la presenza di operatori movieri e agenti di Polizia municipale in strada dalle 17 per spegnere anche in questa area alcuni impianti semaforici e alleggerire e fluidificare il traffico".

     

    In seguito alla comunicazione della Città Metropolitana di Firenze, lungo la Sp34 via di Rosano da stasera a mezzanotte sarà istituito il senso unico alternato regolato da impianto semaforico e la presenza di movieri nelle ore di punta.

     

    Questa disposizione sarà in vigore fino al 23 marzo, per consentire i lavori urgenti di ripristino della frana.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...