spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Una visita guidata alle Gualchiere di Remole per raccogliere fondi per l’ATT

    Sabato 6 aprile iniziativa a sostegno dell'Associazione Tumori Toscana: come funziona, come partecipare

    BAGNO A RIPOLI – Sabato 6 aprile alle 16 l’Associazione Tumori Toscana A.T.T. organizza una visita guidata alle Gualchiere di Remole (Via di Rosano 117 Bagno a Ripoli, Firenze).

     

    La struttura è un raro esempio di opificio medievale per la lavorazione della lana e si presenta come un castello munito di torri merlate e cinto da mura.

     

    Nel corso dei secoli le Gualchiere hanno più volte cambiato destinazione d’uso e l’aspetto attuale è il risultato di un’articolata stratificazione di edifici giunti fino ai giorni nostri.

     

    A guidare i visitatori in questo straordinario viaggio nella storia saranno lo scultore Piero Gensini, da anni “custode” delle Gualchiere dove ha creato il suo studio e la dottoressa Angela Del Soldato, ultima erede dell’unica famiglia rimasta a presidio del borgo fino a qualche decennio fa.

     

    Offerta minima 15 euro. I fondi raccolti verranno devoluti all’Associazione Tumori Toscana a sostegno del servizio di Cure Domiciliari Oncologiche gratuite che dal 1999 ai malati di tumore della Toscana.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...