spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Barberino Tavarnelle una serata per parlare di Sicurezza sul lavoro

    La Sezione Soci Unicoopfi di Tavarnelle con l'Unione Polisportiva organizzano per mercoledì 2 settembre una cena e a seguire un'Assemblea Pubblica su questo importante tema

    BARBERINO TAVARNELLE –  Questa iniziativa, nell’ambito delle attività sociali di Unicoopfirenze, è stata organizzata per richiamare l’attenzione e riflettere sulle cause delle troppo frequenti morti sul lavoro.

    All’incontro parteciperanno relatori particolarmente coinvolti sull’argomento: Paola Batignani, presidente dell’Associazione “Agganciamoci alla Vita”, reduce dalla dolorosa esperienza del decesso sul lavoro di suo marito.

    Il dottor Pierluigi Faina, Responsabile dell’Unità Funzionale Prevenzione igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, zona Firenze sud est Usl Toscana Centro. Laura Scalia: Coordinatrice Cgil Zona Chianti e responsabile dipartimento SSL della Camera del Lavoro Metropolitana di Firenze.

    I Rappresentanti alla Sicurezza dei Lavoratori nelle Aziende e sul Territorio.

    Sono invitati il Sindaco e l’Assessore al Sociale del Comune Barberino Tavarnelle.

    Per l’applicazione delle norme anti-covid e per una efficiente organizzazione è indispensabile la prenotazione entro martedì 1 Settembre ai seguenti recapiti:

    info@polisportivatavernelle.it, oppure al numero 0556143989 oppure al 3393314957.

    Per eventuali informazioni : Renzo Ciani 3281084619 (Presidente Sez. Soci Unicoopfi Tavarnelle)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...