spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ed eccole le quattro novità per la Pasqua 2022 della Macelleria Parti, a San Donato in Poggio

    Dalla Bombetta di bovino con macinato e crema di asparagi, alle Colombe pasquali farcite con macinato e pistacchio. E poi...

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – Tante gustosissime proposte alla Macelleria Parti, in via Senese a San Donato in Poggio (Barberino Tavarnelle), per questa Pasqua 2022.

    Nei giorni scorsi vi avevamo ricordato i “grandi classici” (qui).

    Oggi invece andiamo alla scoperta delle quattro grandi novità pasquali pensate ed elaborate da Emiliano Parti e dal suo staff.

    🍽 Bombetta di bovino farcita con macinato e crema di asparagi

    🍽 Carrè di agnello farcito con crema di piselli

    🍽 Colombe pasquali farcite con macinato di bovino e pistacchio

    🍽 Coscio di agnello disossato con carciofi

    “Vista la tanta richiesta sotto le feste vi consigliamo di scegliere la vostra pietanza preferita e prenotare chiamandoci allo 0558072952“.

    Pronti da cuocere elaborati sapientemente, fra prodotti di stagione (carciofi ed asparagi in primis ad esempio) e carne di qualità massima.

    Potete chiamare lo 0558072952 per tutte le info. E per prenotare.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...