spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Officine Creative del Chianti in festa per gli auguri in musica dedicati alla comunità

    Stasera e domani al Teatro della Filarmonica di San Donato in Poggio, due serate di passioni e talenti con gli allievi e gli insegnanti della Scuola di Musica di Barberino Tavarnelle

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – Le Officine Creative del Chianti regalano alla comunità una serata di musica, passioni e talenti dei più giovani con il concerto degli auguri in programma domani, mercoledì 21 dicembre, alle ore 21 al Teatro della Filarmonica Giuseppe Verdi di San Donato in Poggio.

    L’arte musicale e canora che la scuola di musica di Barberino Tavarnelle coltiva e promuove da oltre 30 anni si mette in vetrina per un’occasione culturale da condividere con il territorio sul palcoscenico del Teatro di San Donato in Poggio.

    Il concerto degli auguri natalizi vede protagonisti gli allievi e gli insegnanti della scuola, presieduta da Fernando Guerrieri.

    Domani sera si esibiranno l’Orchestra dei ragazzi, il Laboratorio vocale e alcuni gruppi di musica d’insieme, il Coro Voci Bianche Colli fiorentini e le formazioni di musica da camera.

    “Un inno trasversale e colorato alla vita, contemplata in tutte le sue molteplici sfumature – dichiara l’assessore alla cultura Giampiero Galgani – che rende omaggio all’attività di formazione musicale, portata avanti con dedizione, impegno e professionalità da tutti coloro che gestiscono, organizzano, dirigono e insegnano alla scuola di musica di Barberino Tavarnelle che oggi ha all’attivo duecento allievi e trenta insegnanti”.

    Il presidente Fernando Guerrieri, il vicepresidente Andrea Massetani, la direttrice artistica Francesca Caponi e la direttrice sportiva Silvia Lotti dedicano questa serata “al ricordo dell’assessora Marina Baretta che, con la sua sensibilità e le sue capacità relazionali, tanto si era adoperata per promuovere, diffondere e valorizzare le vocazioni dei più giovani; creando per loro importanti opportunità sul territorio attraverso la realizzazione di progetti e collaborazioni con il tessuto associativo che hanno permesso di diversificare e arricchire l’offerta culturale”.

    Anche la sezione “Officine sportive del Chianti”, attiva all’interno della scuola di musica guidata da Silvia Lotti, ha organizzato una serata di esibizione di ballo e attività sportive con alcune discipline insegnate all’interno della scuola.

    L’evento “Dance Christmas”, in programma stasera alle ore 21 sempre sul palcoscenico del teatro sandonatino, darà spazio alle formazioni condotte da Giulia Cortigiani, insegnante di Danza classica, Andrea Fioravanti, insegnante di Hip hop, Marco Tempesti, insegnante di Sincro latin, Sabina Brocchi, insegnante di Balla snella.

    “Rivolgiamo i nostri auguri ai giovani – concludono gli organizzatori – ed in particolare a tutti coloro che non hanno i nostri stessi spazi di espressione, ai quali è negata la possibilità di partecipare democraticamente alle scelte collettive. Alle ragazze e ai ragazzi che vivono nei luoghi in cui non è rispettata la diversità di cultura, sesso, religione, pensiero politico la formazione è un aspetto essenziale della vita di ognuno di noi, ad ogni età, è uno spazio di libertà, accoglienza e democrazia da difendere e affermare”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...