spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Risate e applausi per il debutto del nuovo allestimento della Compagnia “I Rampanti”: in scena anche il sindaco

    Grande successo ieri sera nella sala del circolo La Rampa dove è andata in scena la nuova produzione scritta e diretta da Sergio Berti

    BARBERINO TAVARNELLE – Sergio Berti, camaleontico capocomico del ventunesimo secolo, ancora una volta ha fatto centro.

    Grande successo di pubblico, ieri sera, nella sala del circolo Arci La Rampa di Tavarnelle, per il debutto scoppiettante dello spettacolo di tradizione popolare che intreccia teatro e musica, “I Barroccini di via dell’Ariento”, messo in scena dalla compagnia di prosa e canto “I Rampanti”.

    Un remake del testo di Dory Cei, nato dalla penna dell’autore teatrale Sergio Berti, acclamato da trecento persone che hanno apprezzato la qualità dell’allestimento, la bravura degli interpreti e l’originalità dell’adattamento del testo comico, pieno di ironia, leggerezza e musicalità.

    Tra gli attori, tutti rigorosamente nostrani, anche il sindaco David Baroncelli, che da qualche anno si dedica all’arte della scena con entusiasmo.  

    “Ci si diverte, si ride, si stringono relazioni autentiche, ci si mette in gioco – ha commentato il primo cittadino – – quante emozioni regala il teatro! Sono felice di aver dato il mio piccolo contributo all’esperienza teatrale che da alcuni anni sto vivendo come un’opportunità di grande valore umano insieme alla compagnia I Rampanti”.

    “Rivolgo i miei più calorosi complimenti ad ognuno di loro – conclude – e un ringraziamento speciale al circolo La Rampa per il supporto e la disponibilità che offre alla compagnia”.

    Il sipario della Rampa si è aperto su Antonio Mulas, Franco Castrucci, Paola Canocchi, Anzio Giannetti, Laura Lombardini, Monica Gheri, Franca Rossetti, Claudia Ceccherini, David Baroncelli, Paola Lazzeri, Andrea Massetani, Gianni Bucciarelli, Giuseppina Brogi, Alessandra Corti, Maria Cristina Galletti, Alessandro Mori.

    Le musiche portano il nome di Nicoletta Cantini, il trucco e il “parrucco” sono stati curati da Emanuela Barison, i costumi nascono dalla creatività di Elisabetta Cappelli, mentre le scenografie sono opera di Francesco Bulleri.

    A proposito di amore per la scena, stasera alle ore 21, al Teatro di San Donato in Poggio, nell’ambito della rassegna teatrale ON, patrocinata dal Comune, si presenta un nuovo lavoro di Teatro Riflesso.

    “Self Tape”, su testo e regia di Gianni Coluzzi, affiancata da Daria Bernardoni con Irene Biancalani, Alessandro Scavone e Diego Villalon alla chitarra elettrica.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...