spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Preferenze, a Castellina in Chianti Rachele Baldi ne raccoglie più di tutti: ecco il nuovo consiglio comunale

    Grande "battaglia" anche nella lista Castellina Cambia, dove passano Alessio Berti e Marco Orlandi (assieme al candidato sindaco Stefano Pitigliani)

    CASTELLINA IN CHIANTI – Sette consiglieri comunali alla maggioranza di Per Castellina, che ha portato alla vittoria il candidato sindaco Giuseppe Stiaccini.

    E tre consiglieri comunali (il candidato sindaco Stefano Pitigliani e i due con il maggior numero di preferenze) per quello che sarà il gruppo di opposizione di Castellina Cambia.

    Sono i verdetti del voto amministrativo che ha rinnovato l’amministrazione comunale castellinese.

    Qui sotto le preferenze raccolte da tutti i candidati al consiglio comunale. In neretto coloro che siederanno nei banchi in palazzo comunale.

    Per Castellina

    1. Rachele Baldi 70
    2. Giampaolo Biagi 49
    3. Carlo Sisti 34
    4. Luigi Cellai 33
    5. Sara Verdiani 33
    6. Luca Gori 22
    7. Roberto Caoduro 20
    8. Chiara Polvani 16
    9. Marco Barneschi 15
    10. Aurora Migliorini 10

    Castellina Cambia

    1. Alessio Berti 44
    2. Marco Orlandi 40
    3. Massimiliano Bellavista 30
    4. Valerio Gori 30
    5. Stefania Natrella Pozzesi 25
    6. Noemi Mazza 24
    7. Filippo Maria D’Aubert 18
    8. Gaia Bastreghi Bianciardi 17
    9. Donatella Rustioni 13
    10. Giovanni Mazzei 6

    Entra in consiglio comunale anche il candidato sindaco Stefano Pitigliani.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...