spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Nessun errore di calcolo sulla Tari nei comuni gestiti da Alia Spa”

    Nota dell'azienda: "Tassa sui rifiuti sempre applicata correttamente. Nessuna irregolarità"

    IMPRUNETA – "In  merito  alle  notizie  di  stampa  relative  alla  non corretta  applicazione della  parte  variabile  della  Tari  sulle  pertinenze (errore  di  calcolo  che  vede  coinvolte  numerose  città italiane), si precisa  che,  in  tutti  i  comuni gestiti  dall’azienda,  la  tassa  rifiuti  è  sempre  stata applicata  correttamente". 

     

    Poche righe scritte da Alia (ex Quadrifoglio) per spegnere sul nascere ogni questione relativa a un tema che sta divampando per centinaia di migliaia di persone.

     

    Sono 59 i Comuni serviti da Alia: dal pistoiese alla Val d'Elsa, dal Valdarno a Prato. E al Chianti fiorentino, dove ne usufruiscono i comuni di Bagno a Ripoli, Barberino Val d'Elsa, Greve in Chianti, San Casciano, Impruneta, Tavarnelle.

     

    "La  quota  variabile della  Tari  – spiega Alia – è  calcolata  esclusivamente  sull’abitazione principale: le pertinenze (quali garage, cantine, depositi) ne sono escluse. Pertanto gli avvisi inviati a tutte le utenze di Alia sono regolari".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...