spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I dati diffusi oggi dalla polizia provinciale: in tutto il 2012 furono 92

    "Nell’intero territorio provinciale, nel corso de 2012 sono stati seguiti 92 casi di avvelenamento e nei primi sette mesi del 2013, sono già 52. Sono numeri e cifre che dimostrano l’attività congiunta della Polizia Provinciale di Firenze e la Sezione fiorentina dell’Enpa del corpo della Polizia Zoofila nell’azione di repressione ai reati  sugli animali da affezione e non, effettuati nella città di Firenze e nel territorio provinciale".

     

    A dirlo è la Provincia di Firenze: "Il lavoro di monitoraggio del territorio e di  azione di prevenzione – proseguono – è portato avanti grazie a un protocollo d’intesa (sancito in via  sperimentale,  a giugno del 2012 e rinnovato proprio in queste ore) tra la Polizia Provinciale e l’Enpa di Firenze".

     

    "La professionalità e la passione dei volontari dell’Enpa – concludono – si è ben amalgamata con le finalità istituzionali del Corpo di Polizia Provinciale, distintosi negli anni in questa attività specifica di vigilanza, a cui lo stesso Corpo ha dedicato una propria Unità specializzata in questa tipologia di spregevoli azioni di maltrattamento e avvelenamento degli animali".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...