spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chianti Economic Forum: oggi la premiazione delle due ChiantiTesi vincitrici in Regione Toscana

    Il premio, oggi alla sua terza edizione, è nato nel 2019 dalla partnership fra ChiantiBanca e CEF per sostenere, analizzare e valorizzare lo sviluppo dell'economia del Chianti

    FIRENZE – Si terrà oggi, martedì 22 marzo 2022 dalle ore 12 (livestream www.facebook.com/ChiantiEconomicForum), presso il consiglio della Regione Toscana, la premiazione delle due tesi vincitrici del Premio ChiantiTesi.

    Il premio, oggi alla sua terza edizione, è nato nel 2019 dalla partnership fra ChiantiBanca e Chianti Economic Forum per sostenere, analizzare e valorizzare lo sviluppo dell’economia del Chianti.

    L’obiettivo è promuovere e premiare capacità e competenze di studenti appena laureati che possano rappresentare una risorsa per il tessuto economico locale.

    Alla premiazione parteciperanno il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo, il consigliere regionale Massimiliano Pescini, il presidente di ChiantiBanca Cristiano Iacopozzi ed Andrea Ciani, presidente dell’associazione Chianti Economic Forum.

    Presente anche la professoressa Giorgia Giovannetti, membro della giuria del premio e delegata del Rettore ai Rapporti Internazionali per Università degli Studi di Firenze. Interverranno anche i vincitori del premio che avranno l’opportunità di presentare le loro tesi.

    Il vincitore del primo premio pari 2.500 euro è Luca Bacciarelli, laureatosi in Economia e Management all’Università di Pisa; la Giuria ha ritenuto la sua tesi su “Family Business e Scelte Finanziarie – Un’analisi empirica” la più meritevole per qualità scientifica e rilevanza rispetto al mondo della piccola e media impresa.

    Luca Bacciarelli sarà presente alla premiazione, nonostante sia stato recentemente selezionato per una internship alla Banca Centrale Europea. 

    Presente anche la seconda classificata Valentina Savelli alla quale va un premio di 1.000 euro per la sua tesi su “Tradizione e innovazione: un’analisi del prezzo del Chianti Classico Riserva DOCG”, un elaborato che applica tecniche di analisi di dati allo studio dei prezzi nell’industria vitivinicola.

    Con il premio ChiantiTesi, il Chianti Economic Forum – associazione che promuove il confronto fra i vari attori economici che hanno a cuore lo sviluppo del Chianti, nonché l’interazione fra università e istituzioni pubbliche – insieme a ChiantiBanca, intendono ribadire il forte legame con il territorio, rilanciare l’attenzione sullo sviluppo delle economie locali, cercando di valorizzarne le tante ricchezze e mettendo al centro il capitale umano.

     

    Dopo la prima edizione dedicata a innovazione ed internazionalizzazione e la seconda edizione dedicata a capitale umano e formazione, dopo un anno di stop dovuto alla pandemia, nella primavera de 2022 si terrà la terza edizione del Chianti Economic Forum.

    Un appuntamento per analizzare ed immaginare il futuro del sistema economico del Chianti con l’obiettivo di facilitare una riflessione tra i vari attori economici, privati e pubblici, in materia di sviluppo locale e mantenere alta l’attenzione sulle sfide di un mercato del lavoro che cambia.

    Per saperne di più su questa ed altre iniziative del Chianti Economic Forum, è possibile visitare il sito www.chiantieconomicforum.org e seguire le pagine social su Facebook e LinkedIn.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...