spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il MoVimento 5 Stelle ha il suo gruppo territoriale “Chianti Fiorentino”

    Nato con l'assemblea degli attivisti del 22 ottobre, comprende i comuni di Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano

    CHIANTI FIORENTINO – È nato il Gruppo Territoriale del MoVimento 5 Stelle “Chianti Fiorentino”.

    “È stato costituito – dicono dal M5S – durante l’assemblea degli attivisti che hanno fatto domanda di partecipazione al Gruppo”.

    La riunione si è svolta domenica 22 ottobre a Tavarnelle: il Gruppo comprende i comuni di Tavarnelle-Barberino, San Casciano, Bagno a Ripoli, Impruneta e Greve in Chianti.

    “Si tratta – viene specificato – di una delle prime strutture territoriali della Toscana create all’interno del MoVimento, per radicalizzarsi sul territorio, dare punti di riferimento ai cittadini e risposte ai loro bisogni”.

    Sonia Butini

    “Questo nuovo gruppo – si annuncia – si farà promotore di iniziative di zona, per informare i cittadini e farli partecipare al dibattito politico, discutendo le proposte nazionali e locali del MoVimento e ascoltando le loro richieste e le loro idee”.

    Rappresentante del Gruppo territoriale M5S è stata eletta Sonia Butini, grevigiana, con un passato di attivista e consigliere comunale a Greve in Chianti per il MoVimento stesso.

    “Presto – si annuncia – verranno comunicati tutti i riferimenti social e fisici per contattare il gruppo territoriale”.

    “Per partecipare attivamente – si conclude – è necessario iscriversi al MoVimento 5 Stelle (www.movimento5stelle.eu) e registrarsi al gruppo territoriale del Chianti. Inizia così una nuova stagione del MoVimento 5 Stelle nei comuni chiantigiani”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...