spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Promossa da Montespertoli in transizione. Chiusura con il premio Nobel Helena Nordberg Hodge

    Venerdì 10 maggio si inaugura la rassegna cinematografica dal titolo "Quale crisi?…cambiare lo sguardo per andare oltre", promossa da Montespertoli in transizione con il patrocinio del Comune di Montespertoli, in collaborazione con l'associazione culturale Il sobborgo e il circolo Arci Salvator Allende.

     

    La sala del Topical (circolo Arci Montespertoli) ospiterà i primi tre eventi: 10 maggio "Home", documentario su ambiente e cambiamento climatico di Yann Arthus-Bertrand, che denuncia lo stato attuale della Terra, il suo clima e le ripercussioni a lungo termine sul suo futuro.

     

    Segue il 17 maggio la proiezione di "Una scomoda verità", un film-documentario sul problema mondiale del riscaldamento globale, diretto da Davis Guggenheim, e avente quale protagonista l'ex vicepresidente degli Stati Uniti d'America, Al Gore.

     

    Il 24 maggio "Il pianeta verde" (La Belle Verte) , film del 1996 diretto da Coline Serreau che tratta, con una chiave umoristica, i problemi del mondo occidentale: la frenesia, l'abuso di comando, l'inquinamento ed il consumo selvaggio delle risorse naturali e degli spazi.

     

    Alla ex scuola elementare di San Quirico mercoledì 29 maggio festa finale di chiusura della rassegna con aperitivo (alle 20) offerto da Prima Materia per una raccolta fondi da devolvere a un progetto di musicoterapia nei campi profughi palestinesi in Libano, e proiezione de "L’Economia della Felicità", alla presenza del regista, premio Nobel atlernativo, Helena Norberg Hodge.

     

    "Il film – spiegano gli organizzatori – illustra la ricchezza secondo una nuova prospettiva, oltre le analisi ristrette del pensiero dominante, per dimostrare che non esiste un antagonismo tra bisogni dell’uomo e bisogni della Madre Terra. La resistenza all'ulteriore globalizzazione economica sta creando nuove e potenti alleanze: esponenti dell’ecologia profonda si alleano ai sindacalisti, imprenditori indipendenti ai piccoli contadini. Alla radice, la localizzazione sta creando dei ponti tra le divisioni. Portare l’economia vicino a casa ci aiuterà a riscoprire quelle relazioni essenziali (sia con il mondo vivente che con i nostri simili) che danno alla nostra vita significato e gioia".
     

    Le proiezioni, tutte a ingresso libero, inizieranno alle 21.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua