spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga, via libera dal Comune alle agevolazioni per la tariffa dei rifiuti

    Il sindaco Nepi: "Queste agevolazioni a disposizione dei cittadini e delle imprese sono solo una prima parte del "bonus TARI" preso in considerazione dal Comune"

    CASTELNUOVO BERARDENGA – L’amministrazione comunale di Castelnuovo Berardenga, con la delibera numero 76 del 22 luglio ai sensi del regolamento comunale per l’applicazione della Tari, ha approvato le agevolazioni da applicare alla tariffa dei rifiuti.

    Esenzione totale con ISEE fino a 13mila euro

    Tra le misure contenute nella delibera c’è l’esenzione per le utenze domestiche di tutte le famiglie con un reddito ISEE fino a 13mila euro.

    Tale agevolazione verrà concessa attraverso la richiesta dei cittadini con l’attestazione delle condizioni reddituali del nucleo familiare (ISEE) da presentare entro il 4 settembre 2020; il modello della domanda è scaricabile dal sito del comune di Castelnuovo Berardenga www.comune.castelnuovo.si.it.

    Azzeramento della tariffa per gli esercizi commerciali che disinstallano videopoker e slot machine

    È prevista, inoltre, la riduzione nella misura del 100% della parte variabile della tariffa per le utenze non domestiche, gli esercizi commerciali, che esercitano a titolo principale attività di bar o attività di commercio al dettaglio di prodotti del tabacco e che dichiarano di aver disinstallato tutti gli apparecchi di video poker, slot machine, videolottery o altri apparecchi con vincite di denaro.

    Tale riduzione è concessa, per i tre anni successivi a quello di dismissione degli apparecchi sopra richiamati, dietro presentazione del modello di dichiarazione predisposto dall’amministrazione comunale, da presentare entro il 31 dicembre di ogni anno, pena la decadenza della concessione, in modo da poterne usufruire già in sede di acconto dell’anno successivo.

    Agevolazioni per utenze domestiche ed esercizi commerciali

    Un’altra riduzione, del 30%, riguarda la parte variabile della tariffa sui rifiuti per le utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto.

    La domanda di riduzione, redatta sul modello scaricabile dal sito internet, deve essere presentata presso l’ufficio competente, entro il 31/12 dell’anno precedente.

    La del 100% riguarderà anche la tariffa per tutti gli esercizi commerciali che si sono insediati nel centro storico del capoluogo e delle frazioni, per un periodo di tre anni dall’avvio dell’attività stessa, mentre si abbatte del 70 per cento la tariffa per tutti gli esercizi commerciali che si sono insediati fuori dei centri storici, per un periodo di tre anni dall’avvio dell’attività stessa.

    Il sindaco

    “Queste agevolazioni che il Comune di Castelnuovo mette a disposizione dei cittadini e delle imprese – sottolinea il sindaco Fabrizio Nepi – sono solo una prima parte del “bonus TARI” preso in considerazione dal Comune: nelle prossime settimane verranno attivati nuovi incentivi rispetto agli esercizi pubblici costretti alla chiusura del periodo del lock down, cercando di agevolare al massimo il nostro tessuto economico. In questi mesi abbiamo fatto molto: dall’annullamento del suolo pubblico fino a dicembre, agli interventi sull’IMU fino ai contributi affitto, all’accordo fra i sindacati degli inquilini e i proprietari delle abitazioni, ai bonus spesa, idrico e energia elettrica”.

    “C’è e ci sarà ancora ci sarà da fare – conclude – cercando sempre di stare vicini ai nostri cittadini e alle nostre imprese”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...