spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dal 14 a domenica 16 novembre tre giorni di animazione, musica popolare e sapori dell’autunno

    QUERCEGROSSA (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Da venerdì 14 a domenica 16 novembre Quercegrossa festeggia l’"Estate di San Martino" con tre giorni di animazione, musica popolare, castagne, polenta e vino, in omaggio al periodo autunnale in cui, dopo le prime gelate, si verificano condizioni climatiche più miti.

     

    L’appuntamento con “Estate di San Martino. Castagne, polenta e tanto vino!” animerà gli impianti sportivi della frazione di Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni ed è promosso dal Gruppo sportivo Quercegrossa con il patrocinio dei due Comuni.

     

    La tre giorni entrerà nel vivo venerdì 14 novembre, alle 21, con il “Duo folk”, che proporrà stornelli e musica folkloristica in compagnia di Silvano e Giorgio.

     

    Sabato 15 novembre, alle 18, sarà la volta di “Du' chiacchiere fra amici”, con l’incontro letterario fra Tommaso Lorenzini e Francesco Vannoni, autore del libro di sonetti in vernacolo senese “Tanto pe' fa' poesia”. I sonetti saranno letti da Lucia Pelosi, accompagnata dalla musica popolare del gruppo i “Cardellini Folk”.

     

    Nella terza e ultima giornata, domenica 16 novembre, alle 17, saranno protagonisti i bambini con l’iniziativa ludico-ricreativa “Avventura insieme ai fratelli Grimm”, prima di lasciare spazio alla musica popolare del gruppo “I Borgogni”.

     

    Ogni sera, inoltre, a partire dalle 19, saranno aperti anche gli stand gastronomici per gustare i sapori tipici autunnali. Per informazioni sulla tre giorni, è possibile contattare i numeri 0577-328279 e 0577-328348 oppure scrivere un’e-mail all’indirizzo gsquercegrossa@tin.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...